0

Le distribuzioni Linux più user-friendly

Il sistema operativo Linux, o meglio GNU/Linux, esiste in diverse varianti, chiamate distribuzioni o distro, che negli ultimi anni sono diventate estremamente user-friendly, permettendo a chiunque di utilizzare il sistema operativo del pinguino senza alcuna difficoltà.

Ma quali sono attualmente le distro veramente più abbordabili per un utente alle prime armi? Vediamo le più diffuse:

MANJARO

manjaroDerivata di Arch Linux, non è certamente tra le distribuzioni più note, ma è probabilmente una delle più “pronte all’uso“. Disponibile con praticamente tutte le interfacce grafiche esistenti, di default xfce, consente di avere alla prima accensione codec multimediali, programmi non open source e driver grafici proprietari.

Ottime le prestazioni, figlie del fatto che il sistema sottostante è Arch Linux, e apprezzabili le personalizzazioni dell’interfaccia grafica. L’unica pecca può consistere nel fatto che attraverso una semplice ricerca potrebbe essere più difficile trovare informazioni utili rispetto a distribuzioni più blasonate; potrebbe essere necessario postare un’apposita richiesta sul forum ufficiale.

Link: https://manjaro.github.io/

UBUNTU

laptop_ubuntuE’ la distribuzione più famosa, la prima ad avere avuto una grande diffusione anche tra i non power user.

C’è poco da dire a riguardo. In rete si trova una marea di materiale nel caso in cui abbiate qualsiasi genere di problematica. Da un certo punto di vista Ubuntu non è ai massimi livelli di user-friendly, poichè per esempio non permette di installare in maniera immediata alcuni codec proprietari e driver grafici.

La versione ufficiale è caratterizzata dal Desktop Environment Unity, che differisce dagli ambienti grafici più tradizionali ma il cui utilizzo risulta di facile apprendimento.

Link: http://www.ubuntu.com/

LINUX MINT

Derivata da Ubuntu, è nata per restituire agli utenti un’esperienza d’uso tradizionale, con una particolare cura dell’aspetto grafico e della facilità di utilizzo.

cinnamon

Propone principalmente due ambienti grafici, Cinnamon e Mate; il primo è più moderno e con maggiori animazioni mentre il secondo è meno avido di risorse ma un poco più spartano.

Dopo l’installazione il sistema è completamente pronto, con codec e driver non free, e permette di godere di tutti i vantaggi di una distro derivata da Ubuntu.

E’ il primo sistema operativo Linux per diffusione secondo il portale Distrowatch.

Link: http://linuxmint.com/

ELEMENTARY OS

Come si può comprendere dal nome stesso, questa distribuzione, anch’essa derivata da Ubuntu, è di immediato apprendimento e consente di avere un sistema dall’aspetto veramente piacevole, probabilmente ispirato a quello di Mac OS X. elementary

Vi sono applicazioni sviluppate ad hoc dal team di Elementary, che risultano molto scarne ma anche molto semplici e pratiche.

Purtroppo Elementary non viene aggiornato semestralmente come la distro su cui è basata, ma solitamente esce una nuova versione solamente ogni due anni. Questo aspetto non è comunque molto importante per un utente a cui non interessa avere tutti i programmi aggiornati all’ultima versione.

Attenzione che alla pagina di download sembrerebbe che si è obbligati a fare una donazione; in realtà è sufficiente inserire il valore 0 come quantità di denaro da devolvere in favore del progetto Elementary.

Link: https://elementary.io/it/

 

 

Post correlati

admin