1

Display: perchè un OLED è meglio di un LCD

 

I display OLED (Organic Light Emitting Diode) sono una tipologia di schermo che ultimamente sta riscontrando sempre maggior successo, grazie ad alcune caratteristiche peculiari che li distinguono dai tradizionali schermi LCD. Grandi produttori quali LG e Samsung (che commercializza i propri schermi con la dicitura AMOLED, una delle varietà esistenti) stanno investendo in questa tecnologia, che oggi possiamo trovare in smartphone, tablet, wearable device e da non molto anche in TV e monitor.

ole-100000221-largeAnalizziamo ora almeno superficialmente come è fatto un display di questo tipo.

Uno schermo OLED ha un principio di funzionamento differente rispetto ad un modello LCD. Innanzitutto esso non ha bisogno di essere retroilluminato poichè, come si può intuire dal nome stesso, ogni singolo subpixel è costituito da una particolare cella di materiale organico in grado di emettere luce propria se sottoposta ad una differenza di potenziale. Possiamo quindi immaginare come se la parte luminosa di un LCD, generalmente dei diodi LED, e la parte filtro che genera i colori fossero “fuse” in un unico strato.

Da questa caratteristica, ovvero uno spessore irrisorio grazie all’assenza di retroilluminazione, si possono comprendere alcune conseguenze positive: dispositivi più sottili o addirittura pieghevoli. Gli schermi OLED hanno infatti aperto le porte alle TV curve ed a dispositivi “wearable” in grado di adattarsi alla forma di una determinata parte del corpo umano.

Schermo flessibile

VANTAGGI

Andando al sodo, segnaliamo quali sono i principali vantaggi della tecnologia OLED:

  • Livello del nero: il nero di un pannello OLED è “veramente” nero, a differenza di uno LCD dove non è posibile spegnere totalmente la retroilluminazione per ottenere un nero assoluto;
  • Contrasto: poichè il nero è realmente tale, il contrasto può definirsi infinito;
  • Angolo di visione: siccome la luce emessa non varia in base alla posizione dell’osservatore, i colori e la luminosità sono uguali da qualsiasi angolo di visione;
  • Tempo di risposta: gli schermi OLED riescono a cambiare stato in 0,01 ms, contro i 2 ms di alcuni LCD;
  • Consumi elettrici: la corrente elettrica assorbita da un OLED varia di molto a seconda dei colori che compongono l’immagine, ma in generale è possibile affermare che il consumo è inferiore ad un LCD (consumi molto inferiori con prevalenza di nero, conumi pari o superiori con prevalenza di bianco).

SVANTAGGI

Quindi, senza ombra di dubbio, la tecnologia OLED ha tutte le carte in regola per soppiantare quella LCD. Unico problema? Attualmente il costo, che rende ancora proibitivi i prezzi di TV e monitor.

Post correlati

admin

  • Gabry

    Molto utile. Ben fatto!
    Aspetto con ansia un articolo sui proiettori.